MENU

12.7.2013 / Conferenza stampa III Edizione

15 dicembre 2014 Visualizzazioni: 229 Press zone

E’ stata presentata oggi, 12 luglio, presso la Regione Marche, la III Edizione di DEMANIO MARITTIMO.km-278, la maratona culturale che si svolgerà il prossimo 19 luglio, dalle 18 all’alba del giorno successivo, sulla spiaggia di Marzocca di Senigallia (Lungomare Italia 11).

Ideato e curato da Cristiana Colli e Pippo Ciorra è promosso dalla rivista “MAPPE/Marche Architettura Progetti Pensieri Eventi e dall’Associazione DEMANIO MARITTIMO.KM-278 con la collaborazione del MAXXIMuseo nazionale delle arti del XXI secolo, della Regione Marche, del Comune di Senigallia, della Scuola di Architettura e Design di UNICAM – Università di Camerino e con il supporto di un’ampia rete di imprese, istituzioni, associazioni culturali.
SCARICA LA CARTELLA STAMPA COMPLETA

Alla terza edizione DEMANIO MARITTIMO.KM-278 conferma la sua natura di progetto, più che di evento. La stessa costituzione dell’omonima Associazione rappresenta un salto di prospettiva che consentirà di alimentare le reti nazionali e internazionali che attraverso questa iniziativa portano nella nostra regione protagonisti indiscussi della progettualità contemporanea con particolare riferimento alle due sponde dell’Adriatico. La contaminazione tra le discipline – arte, architettura, design, impresa – e la prospettiva generazionale – con il Concorso riservato ai giovani che ancora calpestano i corridoi delle Accademie e che in 2 mesi vedono realizzato il loro progetto – sono poi un completamento concettuale e operativo che fa di questo evento un riferimento non solo per i contenuti, ma per il metodo e il processo che ha saputo e sa mettere in gioco. Ha affermato Pietro Marcolini.

L’investimento in cultura, e in particolare nella valorizzazione della qualità architettonica del territorio è una scelta di tanti anni fa.
Così è iniziata la storia della rivista Progetti  , il luogo nel quale mettevamo in evidenza la progettazione migliore della provincia di Ancona. Abbiamo lavorato per 15 anni con impegno e soddisfazione e con l’obiettivo di aprire una strada agli architetti giovani. Così si è creato nel tempo, intorno a noi, una comunità, una rete di persone che assiduamente ci segue, segue le nostre tante iniziative tematiche, culturali  e professionali legate al progetto. La continuità degli eventi e delle proposte ha dato origine all”avventura di Demanio Marittimo.KM278. Ci abbiamo creduto e investito da subito perchè è un progetto che apre gli orizzonti , le reti e le collaborazioni anche internazionali. Per dare coerenza e maggior forza a questo sistema intorno alla rivista e a Demanio abbiamo costituito un portale, Mappelab, e un’Associazione nella quale speriamo di coinvolgere soggetti diversi che insieme a noi abbiano lo stesso desiderio  di valorizzare il territorio e allo stesso di collegarlo al mondo. 
Ha affermato Vittorio Gagliardini.

Senigallia è onorata di ospitare questa manifestazione, che rappresenta un’ulteriore perla che arricchisce la stagione estiva della città, in cui si vivranno 12 ore per ipotizzare percorsi di ricerca e soluzioni creative.
L’evento è di particolare rilevanza perché accoglie in sé le migliori idee, i percorsi di ricerca e la tradizione, cercando di parlare e di fare cultura in relazione ad un pubblico giovane. La speranza è quella di continuare l’esperienza negli anni, facendone un appuntamento più che stabile, aumentando sempre di più il pubblico giovanile, in modo da rendere più efficace il rapporto fra riflessione, cultura e territorio.
 Ha affermato Simone Ceresoni.

I tre sassi della nostra immagine ufficiale si sono trasformati in pixel, attraverso l’icona del QArt code, un intervento autoriale  su una tecnologia, non una sua semplice applicazione.  In questa trasfigurazione si incontrano le comunita’ della geografia adriatica delle due sponde e la community della rete, tra le prossimità dei territori di cui parla Demanio Marittimo.KM-278 e la globalita’  della relazioni e dei dialoghi. Prossimita’ e lontananza sono il tracciante che attraversa tutto il programma, dalla realtà del Padiglione dell’Angola al Padiglione Crepaccio at yoox.com, dalla rivista offline Mappe al focus sulle riviste online, dalle performance degli artisti che si svolgeranno nel corso della notte al progetto di Tanja Alexia Hollander che dopo aver costruito la community di facebook ha scelto di incontrare ognuno dei suoi fan per costruire un discorso artistico  che in un certo senso rappresenta una metafora forte della relazione relazione tra comunita’ e community.  In tutto questo si inseriscono paradigmi e poetiche, da Ron Gilad a Le Moulin, da Paci Dalo’ al Premio Moroso dalla grande architettura internazionale dei Lo-Tek e Superpool alle narrazioni progettuali adriatiche. Ha affermato Cristiana Colli.

L’aspetto più rilevante che vorrei sottolineare è che questa terza edizione è una testimonianza del consolidamento del progetto, del fatto che DEMANIO MARITTIMO ha assunto rilevanza e forza oltre le nostre iniziali aspettative. In questa edizione crescono il parco degli ospiti e la presenza degli architetti si allarga, in un ventaglio sempre più ampio di argomenti e esperienze che si aggiungono a quelle dei professionisti dell’altra sponda, da quella degli architetti turchi che hanno avuto ruolo importante nei recenti fatti di Istanbul al duo di giovani italiani che ha fatto fortuna a New York e tornano qui a raccontarci la loro storia.

Un altro aspetto importante è il progetto di allestimento, frutto di un concorso che rivolgiamo ogni anno ai giovani talenti e che dimostra una qualità crescente di risposte. Quest’anno sarà ancora più potente e forte: in un momento in cui è difficile distinguere tra architettura e installazione artistica, sarà un allestimento aderente al tema di come si può immaginare l’architettura oggi. Ha aggiunto in una nota Pippo Ciorra, curatore del progetto insieme a Cristiana Colli.