MENU

21.5.2014 / Comunicato / La spiaggia come SOCIAL NETWORK. Questa è l’idea vincente del concorso per l’allestimento

16 dicembre 2014 Visualizzazioni: 392 Press zone

La spiaggia come SOCIAL NETWORK. Questa è l’idea vincente del concorso per l’allestimento di DEMANIO MARITTIMO.KM-278

La quarta edizione della maratona notturna che racconta l’architettura, il design e le arti al km 278 del litorale adriatico, a Marzocca di Senigallia, si svolgerà il 18 luglio 2014

Sono state moltissime le proposte arrivate dai giovani progettisti per il concorso di idee per l’allestimento di DEMANIO MARITTIMO.KM-278, la maratona notturna dedicata all’architettura, al design e alle arti, la cui quarta edizione si svolgerà il 18 luglio 2014, come sempre al km278 del litorale di Marzocca di Senigallia.

Ideato e curato da Cristiana Colli e Pippo Ciorra, e promosso dalla rivista MAPPE – Gagliardini Editore e dall’Associazione DEMANIO MARITTIMO.KM-278 con la collaborazione del MAXXI, Museo delle Arti del XXI secolo, del Comune di Senigallia e con il supporto di un’ampia rete di imprese, istituzioni e associazioni culturali, il progetto prende il via ogni anno con un invito rivolto ai giovani talenti: riflettere sulla spiaggia, come limite del paesaggio urbano contemporaneo, territorio di incontro tra l’identità e l’eccellenza locale e l’orizzonte della creatività internazionale.

I vincitori di quest’anno – selezionati dalla giuria presieduta da Margherita Guccione e composta da Pippo Ciorra, Cristiana Colli, Mario Gagliardini, Daniela Giuliani, Emanuele Marcotullio, Helena Njirisc, Bekim Ramku, Luka Skansi, Ljudmilla Socci, riunitasi il 19 maggio al MAXXI di Roma – sono Andrea Tabocchini(Università politecnica delle Marche), Matilde Mellini (Accademia di Architettura di Mendrisio) e Carolina Biasca (Accademi di Architettura di Mendrisio) con il progetto SOCIAL NETWORK.

Questa è la loro idea per la trasformazione della spiaggia, tramite un’installazione sociale, un’architettura temporanea che si fa dispositivo, capace di connettere una pluralità di temi, idee e prospettive, mettendo in relazione i protagonisti internazionali e il pubblico di DEMANIO MARITTIMO.KM-278: “Un’enorme scenografia che assorbe le ombre degli spettatori facendoli diventare protagonisti dell’ambiente. Reti da pesca che accarezzano chi vi si avvicina, invitandolo ora a muoversi e scoprire, ora a fermarsi e riflettere su immagini fugaci e provvisorie. Un’istallazione per riflettere sulle azioni più semplici dell’essere umano: guardare, ascoltare, muoversi, incontrarsi e pensare. Un’installazione poetica, un gioco di trasparenze e permeabilità, un richiamo alla cultura ed un riferimento chiarissimo alla tradizione, sia naturale che storica. Un’istallazione sociale fatta da pensieri e luce, tempo e suoni, persone e proiezioni. Ombre che danzano, sedute in juta e fieno da spostare, tele bianche su cui dipingere, fogli su cui scrivere, mollette per appendere il risultato. Attraverso gesti puliti e semplici, lo spazio della spiaggia viene reinterpretato con filari di ombre, filari di scritte, filari di reti, generando uno spazio denso ed unificato interrotto solo per ospitare le diverse aree tematiche.”

SCARICA IL COMUNICATO

imm_bando