MENU

Abitazione a Castelplanio – Dialogo con lo spazio e il tempo

29 settembre 2015 Visualizzazioni: 303 Esterni

Progetto di Riccardo Bucci

Nel versante occidentale di Castelplanio, un lungo e accentuato taglio ad angolo marcatamente lineare accoglie, incorniciandolo, il paesaggio collinare circostante e lo inquadra prospetticamente tra le lontane montagne degli Appennini. Il linguaggio architettonico dell’abitazione, spiccatamente innovativo in relazione agli schemi volumetrici delle costruzioni locali, che pone in grande evidenza lo sviluppo orizzontale anche attraverso gli aggetti delle falde ad impluvio lungo tale direttrice, tende a voler marcare nettamente la volontà di dialogo con lo spazio, illimitatamente aperto ai lati del lotto.

Sviluppo in un unico piano dell’intera residenza per facilità di movimento e bisogno di spazi riservati chiusi verso le abitazioni confinanti, sono state le richieste della committenza che si è lasciata contaminare dalla volontà del progettista di rileggere tali esigenze con un linguaggio contemporaneo in grado di legare luogo e funzioni. La composizione volumetrica pone al centro la volontà di accogliere armonicamente i vari spazi funzionali della casa, permettendo comunque di leggere già esternamente lo sviluppo interno dell’abitazione: il blocco servizi (garage, lavanderia) con copertura piana in mattoni, l’ambiente giorno caratterizzato dal solaio inclinato di copertura in travi e tavolato in legno spazzolato e sbiancato, la parte centrale che ospita l’ingresso e apre direttamente verso il patio retrostante, spazio esterno discreto e riservato, contrapposto a quello sul fronte principale, più verde ed esteso, ma comunque nettamente distinto dalla rampa carrabile del garage.

Sfoglia la rivista Mappe 6