MENU

AnconaLab: La città nel porto

11 marzo 2016 Visualizzazioni: 930 Architettura

Ancona dedica nuova attenzione alla progettualità strategica della sua funzione di città-capoluogo. A partire dalla riqualificazione del porto, hub in ascesa e sviluppo nella rete delle infrastrutture del mare in Italia e in Europa collegate al crocevia del Mediterraneo e massimo produttore di ricchezza della regione. Il porto come polo delle attività economiche oggetto di interventi strutturali che agevolano i traffici in espansione ma anche luogo identitario che sedimenta e rigenera tracce di valore della sua storia millenaria riportate alla fruibilità dei cittadini.

Così fioriscono in ambito universitario progetti per la rigenerazione architettonica e urbana di tutto l’arco portuale, Ancona diventa ‘Strategicancona’ che programma il futuro sviluppo economico sociale e culturale del territorio con un Piano alla cui progettazione vengono coinvolte tutte le forze della città. E per raggiungere questi obiettivi si dà una nuova, forte identità visiva, invita i cittadini a comportamenti virtuosi nel quotidiano per darsi un volto smart, un linguaggio contemporaneo, e individua le aree che recano ancora le ferite del periodo bellico, per operazioni di riciclo in chiave culturale. Biblioteche, luoghi per eccellenza da cui partire per aprirsi al futuro con la consapevolezza del passato. Viene così accolta la lezione di Gaetano Minnucci, protagonista dell’avanguardia architettonica italiana del dopoguerra che nel piano di ricostruzione della città aveva realizzato opere mirabili unendo estetica e innovazione tecnologica, a partire – appunto – dall’area del porto cui aveva riconosciuto una speciale centralità.

  • 5-Ancona,-Mercato-del-Pesce-interno,-1946-1949
  • 4-Ancona,-Mercato-del-Pesce-esterno,-1946-1949
  • 2-Ancona,-Ricostruzione-di-Palazzo-Trionfi,-1949-1956
  • 3-Ancona,-Galleria-Dorica,-1954-1955
  • 8-Ancona,-Piano-INA-CasaLe-Grazie1953
  • 10-Ancona,-Piano-INA-Casa-Collemarino,-1960-1962
  • 9-Ancona,-Piano-INA-Casa-Collemarino,-1960-1962
Sfoglia la rivista Mappe 7