MENU

Aperta alla luce

13 gennaio 2015 Visualizzazioni: 1314 Interni

progetto di Tonuccidesign

L’abitazione così ristrutturata risulta completa e fruibile, confortevole e luminosa nel suo complesso anche se non mancano spazi più intimi e discreti, ma sarà il tempo (che agirà sui materiali naturali che invecchiando diventano sempre più belli) e i modi di vivere che si stratificheranno e formeranno la patina, la storia e la fascinazione della casa.

La ristrutturazione riguarda una delle due sezioni di una villetta bifamiliare, realizzata negli anni ’90 e costituisce una storia di collaborazione esemplare tra il committente e lo studio di progettazione. La richiesta era quella di formulare un progetto di nuova impostazione strutturale e di arredo completo della casa, improntato ad alta qualità artigianale e ad una dimensione studiata su misura per i proprietari. Il primo obiettivo, da subito, è stato quello di far entrare più luce possibile negli ambienti e di allargare gli spazi originari. Così nella zona living al piano terra è stato eliminato un lungo corridoio accorpando nella parte sinistra un terrazzo in parte interrato e trasformandolo nella zona pranzo che si apre alla cucina. Nella parte destra l’ampliamento ha interessato un cavedio interno mutato in un’area per lo studio: le due inevitabili colonne che ora guarniscono la zona pranzo sono così diventate due testimoni che scandiscono luci e spazi nel grande ed unico living della casa. Sia la parte destra che la sinistra acquisite inondano gli spazi contigui di luce che viene riflessa anche nello spazio della cucina ricavata in parte dalla precedente cantina, grazie alla creazione di un nuovo soffitto con grandi lucernai in vetro. Questo intervento ha permesso di collegare i vari spazi – quelli già esistenti e quelli di nuova realizzazione – attraverso un unico volume a forma di vela, utile anche per nascondere gli impianti e le nuove macchine di climatizzazione. Un’altra area della casa degna di nota è la scala, punto d’incontro tra il piano terra e il primo piano. Eliminando la ringhiera metallica, è stata semplicemente avvolta da una trasparente lastra di vetro che permette di filtrare la luce e rende visibili gli spazi, mentre contemporaneamente protegge e delimita l’area. Nel primo piano, quello adibito alla zona notte, è stata seguita la medesima logica. Da due camere è stata ricavata una stanza da letto più grande che contiene anche il bagno delimitato da una trasparente parete di vetro. Tutto l’arredamento – bagni, cucina, letto, armadi, librerie, etc. (esclusi divani, luci, sanitari, sedie e un tavolo) – è stato progettato ex novo e realizzato su misura con grande sapienza da artigiani collaboratori di fiducia. I materiali utilizzati per la struttura – pavimenti e pareti – e gli arredi, sono stati per scelta tutti naturali: vari legni massicci in tavola di rovere e di acero, pietra grigia basaltina e vetro. L’abitazione così ritrutturata risulta completa e fruibile, confortevole e luminosa nel suo complesso anche se non mancano spazi più intimi e discreti, ma sarà il tempo (che agirà sui materiali naturali che invecchiando diventano sempre più belli) e i modi di vivere che si stratificheranno e formeranno la patina, la storia e la fascinazione della casa.

Sfoglia la rivista Mappe 1/31
  • Area snack della cucina. Arredi in rovere naturale con vena orizzontale e top in pietra basaltina
  • Camino ad angolo
  • Salotto
  • Vista della camera da pranzo e living dalla cucina. Il pavimento dell'area giorno è realizzato in listoni di pietra basaltina
  • Vista dell'ingresso dal living. A destra parete libreria e contenitore hi-fi. Nel pannello scorrevole è inserito il televisore
  • Lo studiolo ricavato da un cavedio preesistente. Soffitto in vetro e arredi in acero naturale
  • Il Living con grande porta finestra e pavimento in listoni di rovere naturale di diverse misure con finitura a taglio di sega.
  • Il salotto più intimo (family room), nell'angolo tra la sala da pranzo e il living, con finestra sul giardino.
  • Le scale in pietra cesana di cui si accede al piano primo con lastra di protezione in doppio vetro.
  • Il bagno inserito nella camera da letto con un diaframma di separazione in vetro
  • Elementi di arredo e ambiente doccia realizzati a mano in pietra basaltina
  • Armadio ad ante complanari con inedita finitura incisa e dipinta e maniglie in cuoio. Porta da cui si accede alla cabina armadio ricavata dal sottotetto
  • Il letto con testiera in assi di rovere naturale inclinate ad altezza differenziata e comodini coordinati.