MENU

Focotto e Fumotto: il design dell’incontro

17 marzo 2016 Visualizzazioni: 877 Design

Dehors con fuoco e camino rotante

Da un’idea di Carlo Capecci, vulcanico imprenditore jesino che desiderava produrre una piccola architettura nella quale scaldarsi all’aperto con il fuoco è nato Focotto. Il progetto del manufatto doveva avere un prerequisito: l’esenzione da autorizzazioni urbanistiche per la sua installazione al suolo.

Nella elaborazione del concept, si è pensato di dotare la struttura di un solo pilastro, posto centralmente come l’asta di un ombrello, ma ingigantito per contenere il fuoco e sostenere il tetto. Liberamente ispirato alla fumante caffettiera Bialetti, Focotto, invece del caffè, fa gorgheggiare una fiamma, mentre il suo volume ottagonale, quale simbolo sacro della connessione tra terra e cielo, diviene un auspicio per un oggetto outdoor. L’ottagono è la figura ricorrente per la copertura, le panche e la pedana, al centro della quale si erge un cono metallico che sorregge il tetto e contiene la bombola Gpl per alimentare e proteggere la lunga fiamma verticale. Accensione, intensità ed altezza della fiamma sono gestite da un telecomando. Alla base del bruciatore, uno scambiatore trasforma il calore in energia elettrica, sia per la luce Led sotto il tavolo, sia per telefoni cellulari o computer. Le sedute sono realizzate con doghe in Teak o in fibra di legno e plastica riciclata, lo stesso materiale della pavimentazione della pedana, con struttura in ferro zincato. La copertura, in alluminio stratificato con un’anima termoisolante, è predisposta per il raffrescamento con nebulizzazione, per poter utilizzare Focotto tutto l’anno. L’intera installazione in giardino o in terrazza prevede un montaggio a secco con incastri e viti di fissaggio, rendendo l’operazione semplice e rapida anche per un evento temporaneo in piazza. La condivisione del tempo e dello spazio è riservata a quattordici persone che, sedute intorno al fuoco come una tribù indiana, possono godere dell’aria aperta a riparo da pioggia o sole. Queste le possibilità offerte da Focotto.

Ancora in tema outdoor, è stato progettato un secondo oggetto: Fumotto, un camino a legna da posizionare nella massima libertà per scaldarsi, ma anche cucinare. Costruttivamente pensato come un “cartoccetto”, il proiettile di carta per la cerbottana, Fumotto è un cono realizzato con un unico foglio di lamiera di ferro. Come un mantello: una parte si sovrappone all’altra per vestire il fuoco, canalizzando i fumi verso il bavero. Un pomolo-bottone chiude il “rever” e permette di regolare il tiraggio dei fumi, mentre un’asta sali-scendi sostiene la griglia inox per gli arrosti, rendendo Fumotto un pratico barbecue. Una cintura-maniglia in tubo inox diviene la presa che consente di ruotare il camino sulla base in graniglia di cemento colorato per cambiare l’orientamento ed evitare di avere il fumo in faccia. A completamento del camino, Legnotto, una gerla tecnica in tondino inox per contenere e trasportare la legna vicino al fuoco.

Sfoglia la rivista Mappe 7
  • 2_Focotto_notte
  • focotto_inspiration
  • 3_focotto_concept2
  • 5_Fumotto_giorno
  • Fumotto
  • 4_fumotto
  • 5_legnotto