MENU

nuove ‘PROSPETTIVE’ architettoniche

6 agosto 2015 Visualizzazioni: 631 2015

Per la quinta edizione di Demanio Marittimo Km278, la spiaggia di Marzocca accoglie tre giovani identità emergenti tra le più alternative del panorama architettonico nazionale, e non solo. Sui palchi dei 100 metri Exhibition Machine la notte del 17 luglio, spiccano le personalità dell’architetto milanese Matilde Cassani, di Spela Videcnik fondatrice insieme a Rok Oman dello studio OFIS arhitekti di Ljubljana  e del giovane collettivo CORTE, vincitore del concorso YAP giovani 2015, in mostra al MAXXI a Roma fino al 20 settembre 2015.

Tema ricorrente non direttamente discusso ma sottointeso in ognuna delle presentazioni è la reazione profonda che il progetto contemporaneo può offrire alla crisi economica e del mestiere: pratica comune di questa nuova generazione è spingere i confini dell’architettura oltre i comuni e riconosciuti spazi della propria disciplina, nei territori finora consentiti all’arte.

L’architettura di Cassani, CORTE e OFIS diventa così comunicazione, servizio culturale, istallazione e design, arte e performance. Interessante è perciò come in ognuno di questi eclettici lavori emerga l’intento di fare della multidisciplinarità, a volte prodotto di un collettivo, la risposta ai temi che il progetto contemporaneo sotto intende.