MENU

Progetto Allestimento 2011

12 dicembre 2014 Visualizzazioni: 686 Concorsi, 2011

Emanuele Marco Tullio
in collaborazione con Caterina Micucci

La spiaggia davanti alla Madonnina del Pescatore deve trasformarsi per una notte in un assetto urbano capace di ospitare un festival delle arti e dell’architettura.
Devo immaginare un’istant-city ottenuta assemblando materiali da costruzione semplici, frammenti di architetture o oggetti secondo i modi della land-art.
Ecco allora nuclei di alta congestione dove, dal tramonto all’alba, si sarebbero svolte le varie attività del festival, in una sorta di rudimentale zoning di comportamenti diversi in aree tematiche: un’area di lunghe sedute per un pubblico che ascolta, una semplice superficie di proiezione a chiudere uno spazio punteggiato da cuscini per guardare seduti a terra, un’area mostra indicata solo da piccoli lampioni e un’area per leggere, ballare e mangiare, appena delineata dal segno di un bancone in legno.
Come fronte a mare di questa inattesa città un piccolo palco che, come una cornice magrittiana, inquadra l’orizzonte come in una foto di Luigi Ghirri.

scarica il pdf>