MENU

ADI

ASSOCIAZIONE PER IL DESIGN INDUSTRIALE

 

ADI riunisce e rappresenta i principali protagonisti del Sistema del Design Italiano. Oltre ai progettisti, specialisti in vari settori, e alle imprese, sono associati all’ADI: scuole e università, centri di formazione e di ricerca (scientifica, tecnologica, umanistica e sociale), testate, giornalisti, editori, eminenti storici e critici del design.
È stata fondata nel 1956 a Milano su iniziativa del nucleo storico di architetti, designer e imprenditori impegnati a rivoluzionare l’estetica del prodotto industriale. Protagonista e interprete di una nuova cultura del progetto e del prodotto, ha contribuito a collocare il made in Italy e il design italiano all’avanguardia del gusto contemporaneo, e da oltre 50 anni ne promuove la leadership internazionale. Garantisce lo sviluppo del Design, ne riunisce i protagonisti, e attua strategie innovative per favorire e divulgare l’evoluzione della qualità in rapporto all’innovazione tecnologica, alle tendenze socio-economiche e alle problematiche ambientali; promuove norme e procedure, eventi e mostre, convegni e pubblicazioni. ADI è impegnata nel processo di riconoscimento giuridico del designer professionista nel nuovo scenario normativo europeo e internazionale.
ADI è membro ICSID dal 1956, BEDA dal 1969 e ICOGRADA dal 1985, i più importanti organismi internazionali del design di cui è stata promotrice e fondatrice.

La Collezione Storica Premio Compasso d’Oro ADI, patrimonio della Fondazione ADI per il Design Italiano, si colloca tra le più significative raccolte di design industriale al mondo; per qualità e varietà è la più significativa testimonianza della cultura imprenditoriale, progettuale e creativa italiana.
È la prima e unica Collezione di Design che il Decreto Ministeriale del 22 aprile 2004 (MiBAC, Ministero per i Beni e le Attività Culturali – Soprintendenza Regionale per la Lombardia), dichiarandola “di eccezionale interesse artistico e storico”, ha inserito nel patrimonio culturale nazionale soggetto alle norme di tutela e agli obblighi di conservazione e di fruibilità. Costituisce quindi l’elemento fondativo del nascente sistema integrato dei musei del design.
La Collezione è alimentata dalle edizioni del Premio Compasso d’Oro (l’ultima nel 2004, la prossima nel 2007), e costituisce un tracciato storico scientifico di ineguagliabile valore documentale. La sua selezione è opera di prestigiose giurie internazionali. Polidisciplinare e trasversale, la Collezione include pezzi diversi per tipologie d’uso, materiali, tecnologie e dimensioni, e testimonia sin dall’inizio la ricchezza e varietà del design nei vari ambiti merceologici, nella ricerca e nell’innovazione sostenibile di prodotti, processi, servizi, materiali.
Dal 1954 al 2004, in 50 anni e 20 edizioni, il Premio Compasso d’Oro ADI ha analizzato più di 25.000 oggetti ed eccellenze del design italiano, ne ha premiati 335 e segnalati oltre 1800.
Sia i Premiati che i Segnalati fanno parte della Collezione.

Le Marche sono una regione plurale nella quale il design e le tecnologie nascono da dentro, non sono forma o apparenza, sono viscere. È naturale, in questa realtà, la presenza nelle Marche dell’ADI con la sua Delegazione Marche, Abruzzo, Molise nata nel 2001 con l’intento dichiarato di  sostenere lo sviluppo della cultura del design e di riunire i protagonisti e i rappresentanti di tutte le componenti del sistema, con l’obiettivo di attuare strategie innovative, favorire e divulgare l’evoluzione della qualità in funzione delle tendenze.