MENU

Dinamica orizzontalità

Negozio di ottica in un palazzo primi Novecento in Ancona

Intervento: negozio di ottica
Luogo: Ancona
Progettista: arch. Pierpaolo Mattioni
Collaboratori: ing. Francesca Galdenzi, Sara Bertazzo
Committente: Foxes srl
Anno di redazione: 2008
Anno di realizzazione: 2008
Imprese esecutrici: 
falegnameria: Quarantuno, Castelfidardo (AN);
tinteggiature: Anconitana Pittori, Ancona;
impianto elettrico: CPE, Osimo (AN);
illuminazione: Effettoluce, Castelfidardo (AN)

 

Foto: Marco Cappannini

Il negozio di ottica è situato all’inizio del viale della Vittoria in un palazzo del primo Novecento che ospita diverse attività commerciali al piano terra. La particolarità di questo spazio sta nel fatto che è ubicato nella parte curva dell’edificio ad angolo tra due vie e per questo la sua pianta risulta di forma triangolare con un lato curvato. Internamente il locale è composto da un vano al piano terra soppalcato e da un primo piano, collegati da una scala in ferro smaltato e legno. Data la forma insolita dello spazio si è pensata una disposizione degli arredi che ne rendesse possibile il massimo sfruttamento, soprattutto nella parte destinata alla  vendita e creasse un effetto di maggiore dilatazione con l’utilizzo di superfici specchianti. La parete curva reca al centro la vetrina con ingresso e quella della scala, entrambe per forma e per tipologia di materiali usati, prive di arredi, che invece si concentrano nel lato opposto, con la parete più lunga ed un angolo totalmente sfruttabile. La scelta progettuale è quella di evidenziare un senso dinamico di orizzontalità con l’uso di arredi trattati a doghe in rovere con venatura orizzontale, intervallati da fasce in acciaio. L’andamento orizzontale viene deviato nella parte superiore dove le mensole espositive orizzontali diventano piani inclinati. Il tema delle doghe si ripete nella vetrina e le doghe stesse formano una parete come supporto per mensole a sbalzo realizzate in corian bianco. Il corian e il rovere sono i materiali principali, combinati tra loro in modo che le lastre di corian contengano l’elemento in rovere secondo la tipologia sandwich sia per gli elementi orizzontali sia per gli elementi verticali ed inclinati. La scelta del corian bianco è dovuta al fatto che un negozio di ottica necessita di superfici molto chiare che rendano gli occhiali esposti ben visibili. Mentre nella parte bassa della parete espositiva ci sono arredi con doghe orizzontali e nella parte alta mensole sandwich, il bancone di vendita, al contrario, è una combinazione delle due tipologie. Infatti un elemento bianco – il piano di lavoro e di vendita – che esprime leggerezza, si muove attorno ad un elemento contenitivo più solido.

  • 5127g
  • 5131g