MENU

Goffredo Serrini

Ho semplicemente pensato che invece di pubblicare foto o disegni avevo voglia di “manifestare”: di scrivere un testo che – attraverso immagini di parole – permettesse di avviare una riflessione sul progetto di architettura, o meglio sulla necessità del progetto come strumento di esplorazione/scoperta di paesaggi e città. Aprire una finestra sul nostro timido presente: per proporre e lanciare alcune idee su ciò che si dovrebbe fare, provando ad immaginare alcune straordinarie possibilità del nostro mestiere.