MENU

Il design come leva per l’economia

Connettersi attorno al disegno industriale

Fin dagli inizi, il sistema italiano del design ha saputo cogliere precocemente gli aspetti salienti delle grandi trasformazioni che stavano per avvenire e ha proposto per primo soluzioni in grado di affrontare con successo questi cambiamenti. Nello scenario attuale, emerge che il futuro del made in Italy è legato certamente alla qualità, ma soprattutto alla capacità di veicolare nuove idee e di lanciare nuovi messaggi.
In un momento in cui non c’è mai stata una società globale così aperta e sensibile al nuovo, le imprese italiane che vogliono guardare al domani (in particolare quelle del nostro territorio, con profonde radici culturali, capacità manifatturiere e artigianali) non possono pensare di farlo senza portare contenuti innovativi.
Sono le nuove generazioni di prodotti ad aprire le porte dell’export, mentre è impensabile difendere e intensificare le esportazioni con i prodotti di ieri. Ecco quindi che il design industriale può rivelarsi ancora una volta – forse ancor più che in passato – la leva per fare uscire dal momento di impasse l’industria italiana.

Orientarsi verso il design è una strada che richiede umiltà e coraggio e coinvolge più assetti aziendali, dalle strategie alla progettazione, dagli investimenti in ricerca e sviluppo alla produzione. Può però essere intrapresa in modo graduale, cominciando a mettere a contatto le aziende con i designer. Progettisti interni e tecnici specializzati sono un patrimonio di esperienza per le imprese, e la loro collaborazione con i designer è determinante per il time to market (studi di fattibilità, ingegnerizzazione, creazione di prototipi e commercializzazione). Ancora più efficace in quest’ottica per un’impresa design-oriented è la figura del designer interno, mediatore tra la cultura dell’azienda e il linguaggio del design.
Come delegazione ADI (Associazione per il Disegno Industriale) nelle regioni Marche, Abruzzo e Molise, ci siamo da subito messi in moto per creare un contatto tra le aziende, i designer e gli istituti formativi del territorio, unendo le nostre competenze di imprenditori, designer, docenti e professionisti per metterle a disposizione di chi è interessato a intraprendere o esplorare questo percorso.
Convinti che il primo passo per ingranare la marcia dell’innovazione sia uscire dall’isolamento e arricchirsi di esperienze, abbiamo organizzato per l’anno in corso un ciclo di incontri chiamato “Network Generator”, che copre le tre regioni rappresentate dalla delegazione. Dopo le tappe di Pescara e Ascoli Piceno, i prossimi appuntamenti si terranno a Recanati (28 settembre), Senigallia (19 ottobre) e Pesaro (16 novembre). Ad ogni incontro, svolto a porte aperte, interverranno aziende, designer affermati e giovani emergenti, lasciando ampio spazio al dibattito tra i partecipanti per favorire la conoscenza e le relazioni.

Gianfranco Tonti
Presidente ADI— Delegazione Marche, Abruzzo e Molise
info—marche@adi-design.org

  • Adi MAM Direttivo