MENU

Paesaggi del Lavoro in mostra

A Monte San Vito esposte le foto dei vincitori delle due edizioni del Concorso

Foto: Alessandro Carlorosi
Dopo avere promosso con partner istituzionali e accademici la prima mostra dedicata all’architettura contemporanea nella regione Marche, Progetti Ancona ha svolto una riflessione che è partita da Monte San Vito, un angolo tra i più preservati dell’identità e dell’iconografia marchigiana, là dove coesistono manifattura e agricoltura di eccellenza, valori ambientali e patrimonio artistico che non rinuncia alla riqualificazione in chiave contemporanea dei luoghi e degli spazi. Al termine di un percorso nello scenario del centro storico che collega alcuni dei suoi luoghi più significativi – il minuscolo e affascinante teatro La Fortuna, il Frantoio storico e le nuove sale espositive del Centro Turistico Carlo Urbani – in quest’ultimo spazio recentemente restaurato è stata allestita la mostra ‘Paesaggi del lavoro’. L’esposizione ha voluto rappresentare il legame tra i temi degli spazi urbani, del design e della nuova architettura trattati dalla rivista, con la cultura del lavoro vista attraverso gli sguardi dei vincitori delle prime due edizioni del Concorso, promosso dalla rivista Progetti e dall’Associazione Il Paesaggio dell’Eccellenza, in una circolarità che collega antiche e nuove vocazioni, talenti, imprese e professioni contemporanee. Il vernissage della mostra, che ha proposto 35 immagini fotografiche, è stato un significativo momento della iniziativa di presentazione del numero 23 di Progetti, il 16 gennaio scorso. La presentazione è stata curata da Cristiana Colli e realizzata in collaborazione con l’Amministrazione Comunale, Inarch Marche, l’Associazione Il Paesaggio dell’Eccellenza, con il patrocinio dell’Ordine degli Architetti della Provincia di Ancona.

SVILUPPO E QUALITA’ DEI LUOGHI
Il Concorso fotografico ‘Paesaggi del lavoro’

È dedicato a quelle piccole medie e grandi imprese marchigiane che competono nella globalizzazione, a quei professionisti della comunicazione contemporanea che ne raccontano le trasformazioni, a quelle realtà pubbliche e private, culturali e istituzionali che valorizzano gli asset tangibili e intangibili del paesaggio che cambia. Il Concorso è una prima ricognizione sulla qualità architettonica legata ai luoghi del lavoro nella regione Marche, e nasce dall’impegno congiunto della rivista Progetti Ancona, edita dal Gruppo Gagliardini, e dell’Associazione Il Paesaggio dell’Eccellenza, con la collaborazione della Facoltà di Architettura di Ascoli Piceno. Il concorso vede coinvolto come presidente del comitato scientifico Gabriele Basilico e come presidente della giuria Lorenzo Cicconi Massi. La qualificata partecipazione ha saputo cogliere quei segni che raccontano le trasformazioni del modello economico, distrettuale e socio-culturale attraverso l’architettura e la fotografia, eccezionali sensori della qualità dell’impresa, della sua reputazione, della sua percezione interna ed esterna.

a cura di Cristiana Colli e Marco Montemaggi