MENU

Progettare dietro le quinte

Progetto di AD Studio di Roberto Borocci & C.

L’idea nasce da un’idea progettuale e commerciale dove è sempre più forte l’esigenza di contestualizzare il  mondo della moda in un’architettura dove, come in questo caso, l’abito deve fare da “protagonista”.

Non a caso la scelta di ampliare le architravature in maniera da formare un unico ambiente, anzi che due locali distinti, per rendere più fluido il passaggio e creare con l’abito una sorta di show room.

Gli elementi di contenimento e l’appenderia sono stati realizzati con forme pure, quindi, assolute: il cubo, il parallelepipedo, il rettangolo, e costruiti in modo tale da mimetizzarli nel contesto. Tale scelta è stata dettata dalla volontà di privilegiare l’abito, piuttosto che l’oggetto che lo sostiene. Tutto l’arredo è contestualizzato in un gioco di luci e ombre che creano una particolare atmosfera. Ogni abito si carica di un valore aggiunto che si riflette all’esterno attraverso aperture formalmente esistenti, ma prive di infissi, da dove si percepisce una miscelazione di materiale naturali come il legno wengè e di materiali sintetici come la stuoia in gomma prestampata e l’ottone brunito.