MENU

Rainbow Nuova sede

Sergio Bianchi, Elisabetta Straffi

Tra Loreto e Recanati, sul pendio di un colle che degrada dolcemente verso sud, sta nascendo il nuovo stabilimento di produzione della Rainbow. Un progetto che abbina ed integra soluzioni tecnologiche sperimentali, visioni futuriste e integrazione con il paesaggio. Il complesso, un sistema integrato di uffici direttivi, laboratori per la computer grafica e per il disegno manuale, sala per proiezioni, sale riunioni, residenze, mensa, bar, palestra e piscina, rifiuta l’impostazione scatolare. I volumi dei magazzini, incastrati nel fianco della collina, ricreano in copertura un ampio spazio verde. Gli uffici, in gran parte proiettati al livello superiore, liberano ampie porzioni del suolo sottostante permettendo la visione del paesaggio circostante. Il sistema dei servizi è incassato in una fenditura aperta verso il corso d’acqua ed è coperto da un tetto giardino. Ampio spazio sarà riservato al verde, motivo conduttore del progetto: il parco di un ettaro che abbraccia il complesso penetrerà i volumi a sbalzo e a ponte e ricoprirà le terrazze. Uguale attenzione sarà dedicata alle energie rinnovabili: mille pannelli fotovoltaici per duecento kilowatt di potenza abbinati ad un sistema capillare di sonde geotermiche copriranno il fabbisogno energetico necessario al controllo ambientale dell’edificio. Pannelli solari termici riscalderanno l’acqua della piscina. Gli spazi, per una superficie complessiva di circa ottomila metri quadri, ospiteranno 130 addetti.

  • 3747g
  • 3748g
  • 3749g
  • 3750g
  • 3751g