MENU

Residenza in una ex scuola rurale

Nel rispetto delle preesistenze architettoniche e decorative

Intervento: residenza in ex scuola rurale
Luogo: Comune di Staffolo (An), Località San Francesco
Progettista: Giambattista Accrescimbeni
Anno realizzazione: 2000-2003
Foto: Tonino Pucciarelli, Giambattista Accrescimbeni

Negli ultimi anni, il territorio nazionale è stato interessato da una riorganizzazione degli edifici scolastici esistenti, con piani di azione mirati ad una migliore gestione del patrimonio immobiliare stesso; in particolare sono state dimesse sedi collocate in ambito territoriale rurale, per eliminare la gestione di strutture scolastiche ormai fruibili da un numero limitato di alunni. In questi casi, gli edifici molto spesso sono stati messi in vendita dalle amministrazioni comunali trovando nuovi proprietari e nuove destinazioni d’uso, nella maggior parte dei casi con finalità abitative. Anche nel caso del progetto illustrato, il nostro edificio, collocato lungo l’asse viario che dalla SS 502 conduce all’abitato di Staffolo, in località San Francesco, costituiva per la zona circostante la struttura scolastica di riferimento e proprio per la sua posizione particolarmente interessante dal punto di vista paesaggistico, nonché per la possibilità di utilizzare una più che buona superficie volumetrica, la nuova proprietà ha deciso di procedere a lavori di ristrutturazione per la realizzazione di una residenza con relativi spazi di pertinenza esterni. L’edificio, per diversi anni inutilizzato, presentava uno stato di conservazione che richiedeva consolidamenti e opere edili quali il rifacimento delle coperture, interventi di salvaguardia da fenomeni di umidità di risalita e in generale opere interne a seguito della nuova disposizione planimetrica, nonché tutte le nuove parti impiantistiche e le lavorazioni di finitura. Da un punto di vista progettuale, l’intervento ha mantenuto la scatola volumetrica dell’edificio esistente, limitando le variazioni delle aperture e mantenendo gli aspetti preesistenti, come l’elemento decorativo orizzontale in mattoni e la gerarchia degli accessi all’immobile, mentre per quanto riguarda nuove volumetrie, è stato realizzato un garage interrato che ospita anche locali di deposito e servizi igienici-spogliatoi a servizio della grande piscina esterna. Al di sopra del locale garage è stato realizzato un terrazzo raggiungibile dalla zona soggiorno e dal giardino, attrezzato con uno spazio destinato ad accogliere un piccolo forno con caminetto per cotture all’aperto. Internamente il progetto ha previsto la creazione di una grande unità abitativa padronale che si sviluppa su due livelli e nella parte sinistra, osservando il prospetto principale, è stato realizzato al piano secondo, con proprio ingresso indipendente, un piccolo appartamento destinato alla servitù. Particolare attenzione è stata impiegata nella sistemazione della vasta area esterna di pertinenza all’edificio, sia per la rilevante superficie disponibile, sia per il valore paesaggistico circostante, le ampie visuali offerte verso la campagna ed il territorio circostante. A tal proposito, una volta organizzati gli accessi carrabili e pedonali, si è proceduto alla realizzazione delle pavimentazioni esterne, utilizzando elementi diversificati per formato e colorazione, nonché alla creazioni di zone destinate ad accogliere sistemazioni a verde. Osservando l’edificio nel lato a valle, alla quota garage   (a circa – 3.00 m dal piano abitativo) è stata realizzata una grande piscina di forma rettangolare con relativo spazio destinato a solarium; la piscina costituisce l’elemento di raccordo tra l’edificio e il parco a verde, costituendone un suggestivo elemento di raccordo. La piscina è collegata alla casa attraverso una scala che conduce alla terrazza citata, nonché ai locali di servizio, in stretta compartecipazione con le zone a verde ed ai relativi percorsi. Molto curata l’illuminazione di tutto il complesso, in particolare nella scelta di corpi illuminanti esterni (circa 50 elementi) che creano suggestivi effetti direttamente gestibili da un unico telecomando. Questo controlla anche la gestione dei cancelli carrabili e pedonali, nonché, con molta semplicità, offre la possibilità di scegliere tra varie scenografie di luce, precedentemente memorizzate.

  • Residenza in una ex scuola rurale
  • 2582g
  • 2583g
  • 2584g
  • 2585g
  • 2586g
  • 2587g
  • 2588g
  • 2589g
  • 2590g
  • 2591g