MENU

Risparmio energetico e dinamismo plastico

10 appartamenti con identità ‘riconoscibili’ a Seregno

Intervento: edificio per abitazioni
Luogo: via Locatelli, Seregno (MI)
Progettisti: progetto architettonico: arch. Sabrina Cantalini, arch. Gianluigi Mondaini, arch. Gian Paolo Roscani,
arch. Silvia Santini, arch. Giuseppe Troccoli;
progetto strutturale: ing. Maurizio Talevi;
impianti: ing. Luigi Lucchetti, p.i. Enrico Cappanera
Collaborazione alla direzione lavori: arch. Valerio Oddo, arch. Michele Mor (Studio Oddo-Lopez, Vigevano)
Committente: Comune di Seregno (MI)
Anno di redazione: 2004
Anno di esecuzione: 2008
Impresa esecutrice: Impresa Passaro sas,
Peschiera Borromeo (MI)
Plastico: dott. ing. Stefano Mecca
Dati dimensionali: superficie totale: 516 mq, 1550 mc

Foto: Archivio Mondaini e Roscani

L’organismo residenziale composto di dieci appartamenti nasce come risposta ad una legge della Regione Lombardia che selezionava e finanziava la costruzione di alloggi a destinazione pubblica con caratteristiche legate al risparmio energeticoper la quale il Comune di Seregno ha proposto una serie di progetti tra cui quello inquestione. Il luogo di intervento è piuttosto periferico e il contesto è caratterizzato dalla presenza di una bassa densità dei volumi, tutti rappresentati da case unifamiliari più o meno ricche dal punto di vista espressivo, il più delle volte neoromantiche e con linguaggi tradizionalisti. L’idea di progetto nasce dalla sinergia di più aspetti: l’affaccio del lotto su un parco urbano pubblico anch’esso parte integrante del progetto, il carattere plurifamiliare dell’edificio, la volontà di proporre un’immagine dinamica e contemporanea e infine stimolare l’identificazione dell’utente con la propria abitazione.

Da questa pluralità di elementi è nata l’idea del cluster sviluppato attorno alla scala e ai passaggi pedonali pubblici. Questi ultimi collegano l’organismo architettonico proposto, verticalmente alle sue unità abitative e orizzontalmente alle strade limitrofe e al parco. Attorno a questo cuore si articolano tre volumi di differenti dimensioni con altrettanto differenti cromie e pesi corporei, tutti ricondotti all’idea di un unicum dalla scelta di caratterizzare in modo analogo le coperture. Queste hanno un aspetto curvilineo e metallico e propongono un’idea plastica, di tensione, dal cuore dell’intervento al paesaggio dei monti che lo circondano. Le particolari coperture e le differenti colorazioni utilizzate per le finiture personalizzano le singole parti dell’edificio e stimolano la possibilità di riconoscibilità dell’abitante con la propria casa. L’aspetto climatico è affidato alla partecipazione energetica prodotta dall’ubicazione di pannelli solari che costituiscono la copertura della scala centrale e dalla protezione delle specchiature vitree più grandi e dei balconi attraverso griglie metalliche e lignee.

  • 4876g
  • 4877g
  • 4880g
  • 4882g