MENU

Tessiture in pietra locale

L’accorpamento di tre unità immobiliari ruota intorno ad una corte

Intervento: ristrutturazione abitazione
unifamiliare in Vicolo Montironi – Rimini
Dati dimensionali: Superficie utile 245 mq,
locali interrati 110 mq
Progettisti: Brunetti e Filipponi Associati
Anno redazione progetto: 2000/01
Anno di realizzazione: 2001/02

Foto: Danilo Maceratesi
Testo: Augusto Magni

L’intervento di ristrutturazione ha interessato un edificio residenziale nel centro storico di Rimini, in prossimità dell’Arco di Augusto. L’edificio, composto da un’abitazione principale e da una piccola dependence, nasce dall’accorpamento di tre unità immobiliari che versavano in uno stato di avanzato degrado, a causa di una prolungata assenza di manutenzione. L’abitazione si sviluppa attorno a un giardino di proprietà ed è composto da due corpi: il principale, a due piani, è frutto di antiche stratificazioni, mentre la struttura laterale si sviluppa su un unico piano, formato da un nucleo più recente e un’ossatura realizzata in precedenza. Nel suo complesso, l’edificio si compone di murature verticali e solai di copertura in legno. L’intervento è concentrato sul recupero del manufatto. Nel rispetto delle caratteristiche tipologiche e costitutive, il progetto evidenzia grande attenzione per le murature in mattoni e pietra, che sono state consolidate e private dell’intonaco. La natura dell’intervento è ben rappresentata dal recupero del muro cieco di sud ovest, in cui è ora visibile l’originaria trama in pietra. La zona giorno si sviluppa, senza soluzione di continuità, al pianterreno, tra l’ingresso, il soggiorno e la cucina. Il progetto ha valorizzato le aperture sul giardino che si presentano come ampi affacci sul verde, favorendo l’ingresso della luce naturale. Questa zona della casa appare come uno spazio intimo e raccolto. Sul fronte dell’ingresso domina una scala, filtrata da una parete in cristallo e illuminata da un ampio lucernario che conduce alla zona notte, fortemente caratterizzata dalla copertura in legno, con travi armate lasciate a vista che conferiscono calore e fascino all’ambiente.
La linearità distributiva e compositiva viene valorizzata dai mobili realizzati su disegno, come l’appendiabiti con mensola luminosa o la panca sospesa in rovere dell’ingresso, o ancora come la scaffalatura in cristallo dello studio o il letto basso in wengé. La pavimentazione alterna al piano terra la pietra di Borgogna con pezzatura a correre, mentre nella zone notte spicca un pavimento in listoni di acero canadese. Nel piano interrato è stato realizzato un garage a cui si accede da una rampa sul giardino, occultata da una pedana in legno e ferro, apribile automaticamente attraverso due pistoni idraulici.

  • Tessiture in pietra locale
  • 1661g
  • 1662g
  • 1663g
  • 1667g
  • 1668g
  • 1669g
  • 1670g
  • 1671g
  • 1672g
  • 1673g