MENU

Trasportare comunicazione

Il progetto dell’immagine e identità della Conerobus

Lirici Greci
Francesca Di Giorgio

Intervento: progettazione dell’identity e campagne di comunicazione di Conerobus spa, Ancona
Progettista: Francesca Di Giorgio – Lirici Greci, Ancona
Collaboratori: Edoardo Perri; Maurizio Bolognini, fotografo
Committente: Conerobus spa
Società per la mobilità intercomunale, Ancona
Foto: Edoardo Perri, Maurizio Bolognini

Nel giugno del 1999 viene inaugurata una nuova realtà nel campo del trasporto pubblico marchigiano: la ‘Conerobus’ spa. Questa società deriva dalla fusione di due aziende: l’ATMA che gestiva il collegamento urbano della città di Ancona e la COTRAN che si occupava di quello extraurbano. Il progetto è stato affidato all’agenzia di grafica e comunicazione Lirici Greci di Ancona che da anni si occupa di lavori di pubblica utilità a livello regionale e nazionale. Il progetto risponde alla necessità di unire il capoluogo marchigiano a ventuno dei suoi comuni per rendere più agevoli spostamenti e collegamenti. Ci si ritrova così nella necessità di compiere una campagna di comunicazione rivolta all’utenza con l’obiettivo di fornire un’identità univoca a due aziende di trasporto da sempre separate. Il logo rappresenta graficamente la città di Ancona ed i Comuni limitrofi con tre cerchi di colore rosso e nero uniti da un segmento orizzontale che ricorda il concetto di tragitto; appare così una sorta di percorso a tappe stilizzato, una via privilegiata fornita dalla Conerobus per soddisfare un’utenza dalle esigenze fortemente diversificate. L’utilizzo dei colori verde e azzurro all’interno del terzo cerchio del marchio richiamano i colori del territorio e il promontorio del Monte Conero, icona della realtà territoriale marchigiana. Si è voluto poi comunicare l’immagine della linea di trasporti pubblici come una sorta di metropolitana a cielo aperto con l’obiettivo di guidare l’utente per trasportarlo alla riscoperta del territorio. Tutto ciò viene ulteriormente amplificato dal pay-off “la linea che unisce” che ben comunica all’utenza la nuova azienda nata dalla fusione di due società. La nuova identità della Conerobus si è poi rafforzata grazie alle numerose campagne promozionali succedute negli anni, contribuendo a dare all’azienda un’immagine di realtà compatta e attiva. Nel dicembre 2000 “Racconti passeggeri” (in collaborazione con TrenItalia), è volta a rendere più piacevole il tragitto, proponendo mensilmente una raccolta di brevi racconti o poesie da leggere durante il viaggio per renderlo più gradevole e leggero e per far sopportare al meglio qualche disagio occasionale. Nel dicembre 2002 “Regalati un viaggio” è una campagna ideata per incoraggiare l’uso del trasporto pubblico offrendo nuove promozioni soprattutto nel settore degli abbonamenti rivolti agli studenti. In questa campagna, la grafica, rafforzata dal logo ingrandito dell’azienda, si tinge di rosso e prende le sembianze di una pallina decorativa natalizia posta anche come cartellino appeso all’interno dei bus. Nel 2003-2004 “Hospitalbus” e “Centerbus” sono campagne progettate per la Conerobus in partnership con il Comune di Ancona, l’ospedale Umberto I, l’ospedale Lancisi e la ASL 7 per promuovere le speciali navette che collegano in pochi minuti la stazione ferroviaria Ancona-Torrette al Polo ospedaliero universitario di Torrette, e i parcheggi per auto gratuiti di Tavernelle al centro città. Entrambi i progetti sono stati divulgati tramite manifesti e dépliant ma anche attraverso la personalizzazione dei punti vendita di abbonamenti e biglietti per mezzo di espositori a forma di bus con gli slogan e i marchi della campagna.  Nel 2004-2005 la Conerobus si è attivamente impegnata nelle campagne di sensibilizzazione relative alla tutela ambientale cercando di dare risposte ad una città che chiede di migliorare la qualità della vita. “Autobus a metano: una bella svolta in città” è lo slogan usato per promuovere l’iniziativa. Nel 2006 lo studio Lirici Greci, ideatore del logo della Conerobus, è stato premiato soddisfacendo tutti i criteri della giuria della Eulda Books, organizzazione con la missione di celebrare, ispirare e promuovere le eccellenze creative nel mondo, che ha anche incluso il progetto nella sua pubblicazione annuale del 2006.

  • 4257g
  • 4258g
  • 4261g
  • 4263g