MENU

Una Kunsthal adriatica

Raffaela Coppari

L’idea è quella di immaginare possibili punti di tangenza e sconfinamenti tra arte contemporanea e spazi urbani irrisolti del territorio adriatico. Uno degli aspetti che più mi interessa è la capacità dell’arte contemporanea di instaurare reti e relazioni in grado di dare visibilità. Allo stesso tempo la quasi totale mancanza del progetto contemporaneo d’architettura per l’arte contemporanea suggerisce la necessità di sperimentare nuove occasioni di interazione tra queste due discipline. La kunsthal è un centro per l’arte che vuol creare le premesse per la riappropriazione di uno spazio urbano dimenticato della città di Ancona, innescando episodi di vita collettiva e a favore della produzione artistica. Di notte il grande involucro vetrato scompare e la kunsthal diventa un ‘faro’ per la città.