MENU

Una Lacrima in bottiglia

Le etichette della produzione Conti di Buscareto

L’azienda agricola Conti di Buscareto, nata nel 2002, è il frutto della passione per il vino di due imprenditori, Enrico Giacomelli e Claudio Gabellini, proprietari e manager di un’importante impresa di Information Technology con base principale a Senigallia: Namirial spa, operante nel settore della produzione di software e servizi tecnologici. L’obiettivo che anima sin dagli esordi l’azienda è quello di riscoprire e mettere a dimora i vecchi vitigni marchigiani per poi vinificarli in una chiave nuova, moderna, seguendo processi produttivi e qualitativi all’avanguardia della tecnica enologica attuale. Il percorso si è concentrato principalmente sul vitigno di ‘Lacrima Nera’, una varietà a bacca rossa peculiare delle colline che circondano la piccola località di Morro d’Alba e che comprende anche i comuni di Belvedere Ostrense, Monte San Vito, Ostra, San Marcello e Senigallia (con esclusione dei fondovalle che si affacciano sull’Adriatico). Viene chiamato ‘Lacrima’ per il particolare effetto di perdita di succo dell’acino quando questo diventa ben maturo (dal latino lacrimosus).

Dalla particolarità del fatto che la buccia, nell’uva di Lacrima, quando arriva al punto di maturazione, si fende, lasciando gocciolare il succo contenuto, deriva l’idea della goccia sull’etichetta, la cui realizzazione è stata affidata al famoso grafico e fotografo torinese Bob Noto, creativo esperto di gastronomia capace di conferire ai piatti da lui fotografati, la dignità di dipinti iperrealisti di grande impatto comunicativo. Tale comunicatività investe anche la Goccia dei Conti di Buscareto, con rimando al gesto, al piacere del degustare, oltre che all’origine del nome ‘Lacrima’. Posta lateralmente su sfondo nero, netta e sapientemente delineata, risulta godibile visivamente quale forma perfetta, apollinea, quasi fallico-propiziatoria. Il richiamo coloristico violaceo, sostanzialmente monocromo, è l’indicazione chiara della tipicità ed unicità del vino di Lacrima.

L’etichetta con goccia, realizzata nel 2003, rimane ancora oggi il riferimento visivo principale, oltre al logo aziendale raffigurante Nicolò di Buscareto a cavallo (che caratterizza invece le etichette della Linea Selezione), dei prodotti dei Conti di Buscareto. È utilizzata in varie colorazioni per tutta la linea base o anche detta ‘Linea Goccia’ comprendente: ‘Verdicchio’, ‘Rosa’, ‘Crimà’, ‘Rosso Piceno’, ‘Acquavite’ di uva di Lacrima, birra rossa artigianale ‘Alé’ aromatizzata alla Lacrima, gli spumanti ‘Nero, ‘Bianco Brut’ e ‘Rosé Brut’, nonché l’olio extra vergine di oliva ‘Meta Aurum’, la cui elaborazione grafica (2003) è ancora di Bob Noto. Qui il timbro coloristico della goccia tendente all’oro suggerisce una preziosità sacrale del contenuto di questa bottiglia, dalla forma armoniosa e curvilinea come il paesaggio marchigiano di provenienza.

Con ‘Linea goccia’ (2011), la fotografa anconetana Angelica Muzzi elabora una presentazione dei prodotti che inciderà nell’immagine coordinata della cantina (inviti, dépliant, manifesti, ed in cantiere anche il nuovo sito web), rinnovandola. Nelle sue immagini le bottiglie si ergono elegantemente, incorniciate dallo sfondo nero, poggiando sulla loro stessa proiezione; quest’ultima è costruita a sua volta in una logica non artificiosa quanto opportuna e rispettosa delle forme e dei colori che caratterizzano le bottiglie stesse. In questo modo la panoramica racconta di una cantina all’avanguardia, vivacemente proiettata sul mercato italiano ed internazionale, con un occhio attento anche al mondo ‘liquido’ della rete.